Confindustria Basilicata
Confindustria Basilicata
Via Di Giura – Centro Direzionale 85100 Potenza
Codice Fiscale 96051160768

Ance e Confindustria: “Il Superbonus funziona e va reso strutturale”

Il superbonus è uno strumento estremamente valido, a cui le imprese guardano con grandissimo interesse, in grado di produrre importanti effetti sul rilancio dell’economia del Paese. Concordano nell’analisi il Presidente di ANCE Basilicata, Vincenzo Auletta e il Presidente della sezione Energia, Ambiente e Utilities, Michele Margherita, intervenuti sul tema all’interno del webinar organizzato dal Cluster Energia Basilicata Superbonus. Istruzioni per l’uso“. 

Nelle due sezioni dei lavori sono stati analizzati i vari aspetti legati all’agevolazione introdotta dal Decreto Rilancio che eleva al 110% l’aliquota di detrazione delle spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021, per specifici interventi in ambito di efficienza energetica, di interventi antisismici, di installazione di impianti fotovoltaici o delle infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici.

“Le sue potenzialità sono enormi – ha detto il presidente Auletta – come dimostra il grande interesse che stanno mostrando imprese  e professionisti. Nella fase iniziale avevamo segnalato alcune criticità sulle modalità attuative, in parte superate dal coinvolgimento del mondo del credito che inizialmente mancava. Rimane ancora qualche difficoltà tecnico-applicativa ma complessivamente non possiamo che esprimere soddisfazione”.

“Il superbonus dispiegherà i sui effetti positivi nel breve, medio e lungo termine – ha aggiunto il presidente Margherita – Tra gli obiettivi di più lungo respiro io credo che ci sarà anche una più matura consapevolezza da parte dei cittadini circa l’importanza dell’efficientamento energetico e dall’adeguamento antisismico. Un vero e proprio cambiamento culturale che si basa sulla percezione concreta dei benefici dati dall’abitare in edifici più sicuri, più efficienti e, lasciatemi dire, anche maggiormente rispondenti ai canoni estetici”.

Per tali motivi sia  ANCE che Confindustria ritengono necessario rendere il superbonus una misura strutturale,  estendendone l’efficacia a periodo più ampio rispetto a quello attualmente previsto, in maniera tale da dare una spinta davvero efficace e duratura a un settore da anni in profonda crisi.