Confindustria Basilicata
Confindustria Basilicata
Via Di Giura – Centro Direzionale 85100 Potenza
Codice Fiscale 96051160768

Imprese dell’Informatica, servizi innovativi e tecnologici: Giannemilio Esposito di Publisys è il nuovo presidente

L’Assemblea della sezione Informatica, servizi innovativi e tecnologici di Confindustria Basilicata ha eletto i nuovi organi per il quadriennio 2019 – 2023. Il nuovo presidente è Giannemilio Esposito di Publisys spa, mentre alla carica di vicepresidente è stato eletto Cosimo D’Ercole di Lucana Sistema srl. Entrambe le società sono le tra le più importanti realtà del territorio specializzate nella consulenza, fornitura, progettazione e realizzazione di soluzioni e servizi informatici. Oggi rappresentano considerevoli punti di riferimento per il settore, grazie alla capacità di tenere il passo rispetto a una domanda sempre più evoluta e sofisticata di servizi informatici.

Componenti del Consiglio direttivo sono: Bruno Fortunato (Applica srl); Antonio Imbrogno (Meridiana Italia srl); Vincenzo Lioy (Telecom Italia spa); Giovanni Pelazzi (Argenta Soa spa); Giovanni Pergola (Infosfera); Giampiero Licciardi (Luxant srl); Adriano Trupo (GPI spa).

“Le aziende che compongono la sezione – ha dichiarato il direttore generale di Confindustria Basilicata, Giuseppe Carriero – sono maggiormente esposte alla velocità dell’innovazione tecnologica, ma, al contempo, hanno anche un più elevato esponenziale di crescita, dato l’impatto sempre crescente delle nuove tecnologie in tutte le imprese e nella pubblica amministrazione. Nell’epoca della digital transformation e del 4.0, il know how fornito da queste realtà diventa il fulcro attorno al quale si gioca la competitività del sistema industriale”.

“Le imprese che rappresentiamo – ha aggiunto il neo presidente Esposito – hanno di fronte grandi sfide tecnologiche, tra cui lo sviluppo di nuovi servizi legati alla tecnologia del 5G. Il nostro lavoro, improntato alla collaborazione e alla condivisione, proverà a fare sintesi di tali istanze, coniugandole con quelle del territorio. Ci confronteremo con gli altri soggetti e con i vari stakeholders come parte propositiva verso le esigenze innovative, per accompagnare e governare al meglio i processi di profondo cambiamento in atto”.