Confindustria Basilicata
Confindustria Basilicata
Via Di Giura – Centro Direzionale 85100 Potenza
Codice Fiscale 96051160768

Industrie Maccaniche, elettriche ed elettroniche: Carulli presidente

Continua il rinnovo dei vertici nelle sezioni di Confindustria Basilicata. L’Assemblea delle Industrie Meccaniche, Elettriche ed Elettroniche ha eletto gli organi che guideranno la sezione per il quadriennio 2019/2023. Il nuovo presidente è Carlo Carulli, direttore di stabilimento della Lear Corporation Italia Srl di Melfi, punta di diamante dell’indotto FCA.

Vicepresidente è Nunzia Colonna della Filippo Colonna srl, azienda leader nella produzione di condotte per impianti aeraulici .

Il Consiglio direttivo è composto da: Raffaele Braia (Brecav srl), Antonietta Caprioli (Snop Automotive Italy srl); Stefania D’Adamo (HT&L Fitting Italia srl); Giovanni D’Aloia (Italtractor ITM Spa); Vincenzo Damiano (Hitachi Rail Sts spa); Nancy Sacco (Edilmetas srl); Paolo Valentini (Commer TGS spa). 

“Un rinnovo di altissimo profilo – ha commentato il direttore generale di Confindustria Basilicata, Giuseppe Carriero –  a piena garanzia di elevata qualità di rappresentanza, per la valorizzazione delle imprese di un settore strategico, pilastro portante dell’economia lucana. Le capacità professionali di Carlo Carulli, che ha contribuito a fare dello stabilimento lucano eccellenza in ambito europeo, si uniscono alla forza del brand della più importante azienda dell’indotto di San Nicola. A questo si aggiunge lo spessore qualitativo di tutti gli altri componenti del Consiglio direttivo, per di più caratterizzato da un’elevata presenza femminile, che è espressione delle aziende tra le più importanti presenti in Basilicata”.

“Sono onorato di poter rappresentare all’interno di Confindustria Basilicata – ha dichiarato il neo presidente Carlo Carulli – un tessuto produttivo che è il cuore pulsante dell’economia lucana, non solo grazie all’importantissimo distretto di Melfi, ma anche con le altre eccellenze produttive presenti su tutto il territorio regionale. Sarà un mandato all’insegna della contaminazione e della proficua collaborazione, non solo tra le aziende che compongono la sezione ma anche con i soggetti del territorio che rappresentano interlocutori con cui costruire e consolidare preziose partnership, come Scuola, Università, Cluster e Centri di ricerca. Mutuando il fattore che è chiave di successo della realtà aziendale dalla quale provengo, saremo particolarmente impegnati nel campo dell’innovazione  tecnologica e di prodotto, attraverso cui rendere sempre più competitive le aziende del settore, anche attraverso l’attivazione di un processo virtuoso di condivisione delle conoscenze e delle competenze tra tutte le imprese associate, sfruttando le migliori Best Practices”.