Confindustria Basilicata
Confindustria Basilicata
Via Di Giura – Centro Direzionale 85100 Potenza
Codice Fiscale 96051160768

Credito d’imposta per le imprese per investimenti pubblicitari incrementali

Con l’articolo 57- bis del DL n. 50/2017, è stato istituito un credito d’imposta a favore delle imprese che realizzano investimenti pubblicitari incrementali.
La misura comporta due differenti intensità: un credito d’imposta del 75% delle spese ammissibili per tutte le imprese (nonché per i lavoratori autonomi e gli enti non commerciali), indipendentemente dal settore di appartenenza, dalla dimensione e dalla loro collocazione geografica, e un credito d’imposta del 90% delle spese ammissibili per le micro, piccole, medie imprese e per le start-up innovative.

1)  Possono fare richiesta le imprese di qualsiasi natura giuridica, i lavoratori autonomi e gli enti non commerciali;
2)  Le richieste possono riguardare investimenti in campagne pubblicitarie sulla stampa quotidiana e periodica – anche online – e sulle emittenti televisive e radiofoniche locali, analogiche o digitali;
3) È necessario presentare un’apposita comunicazione telematica, secondo le modalità definite dal Dipartimento dell’Informazione e dell’Editoria. Per il 2018, la richiesta va inoltrata entro il 22 ottobre.
4)  Il valore degli investimenti pubblicitari deve superare almeno dell’1% gli investimenti di analoga natura effettuati nell’anno precedente, che non possono essere pari a zero;
5)   Al momento della richiesta è necessario indicare i dati identificativi del richiedente, il costo complessivo degli investimenti effettuati e da effettuare, la misura percentuale e l’ammontare complessivodell’incremento degli investimenti e l’importo del credito d’imposta richiesto per gli investimenti su stampa e su radio/tv;
6) Il bonus è fruibile sotto forma di credito d’imposta in compensazione con la dichiarazione dei redditi (attraverso il modello F24).

In allegato, la circolare della Presidenza del dipartimento della Informazione e dell’editoria Consiglio dei Ministri con le istruzioni per l’accesso al credito d’imposta e il modello per la comunicazione di fruizione del credito d’imposta