Confindustria Basilicata
Confindustria Basilicata
Via Di Giura – Centro Direzionale 85100 Potenza
Codice Fiscale 96051160768

Sviluppo e impresa: convegno con il professor Lo Cicero

Venerdì 8 giugno, al Park hotel di Potenza, alle ore 16

SCARICA LA RELAZIONE DEL PRESIDENTE LORUSSO

Un confronto sulle prospettive di crescita economica e sociale della Basilicata, attraverso l’analisi, la proposta e la prospettiva del mondo datoriale lucano: è quello promosso nell’iniziativa congiunta di Confindustria Basilicata e Pensiamo Basilicata, che si è svolta l’8 giugno al Park hotel di Potenza, dal titolo “Dove va la Basilicata?”, che ha fatto registrare una nutrita partecipazione di imprenditori, autorità e amministratori.

GUARDA LA FOTOGALLERY DELL’EVENTO

Il professor Massimo Lo Cicero, economista ed editorialista, esperto di Mezzogiorno, ospite della manifestazione, ha supportato il confronto con un’attenta analisi dei principali fattori che stanno determinando i grandi mutamenti in atto a livello globale, nazionale, con ovvie ricadute anche sul territorio regionale. E più in generale di un’economia europea e in particolare italiana che seppure in crescita sta facendo registrare dei segnali di rallentamento.

Il presidente di Confindustria Basilicata, Pasquale Lorusso, ha commentato: “Stiamo vivendo le contraddizioni di una regione che si è rimessa sul cammino della crescita, ma a bordo di una macchina depotenziata da vecchie ruggini e nuovi malfunzionamenti, sui quali non si è riusciti ancora a incidere nella misura attesa. La ripresa c’è, ma ne va rafforzata l’intensità e ampliata l’estensione. Ci siamo rimessi in moto, ma non tanto da recuperare il terreno perduto negli anni della crisi. Il pericolo, sempre in agguato, è quello di un rallentamento. Occorre recuperare una prospettiva di lungo sguardo – ha aggiunto il leader degli industriali lucani – e provare a contrastare fenomeni dal forte impatto economico e sociale: disoccupazione, specie quella giovanile, emigrazione, senza ritorno, dei giovani, spopolamento. Occorre rimettere al centro le ragioni delle imprese, rivitalizzare il tessuto economico. Tornare a parlare di come rendere il nostro territorio più competitivo. Confrontarsi sul come superare le diseconomie esterne e compensare il profondo gap infrastrutturale. Sul come intercettare le opportunità della istituenda Zes. Spingere per favorire l’innovazione e quindi la competitività, nel solco della digital transformation.

“Occorre – ha detto ancora Lorusso, nel suo intervento – aprire un dibattito vero e privi di strumentalizzazioni sull’opportunità che l’industria estrattiva rappresenta per la Basilicata, nell’imprescindibile rispetto di salute e ambiente. Gli imprenditori lucani sono pronti a mettersi in gioco”.